INDIETRO

2020/01 - Il reverse charge prevale sul rappresentante fiscale

Il reverse charge prevale sull'identificazione diretta e sul rappresentante fiscale.
La norma sull'inversione contabile di cui all'art.17, comma 2, del Dpr 633/1972 non può essere rimessa alle scelte dell'operatore non residente. Dalla lettura della norma emerge che, in riferimento ad un'operazione territorialmente rilevante in Italia resa dal cedente/prestatore non residente, l'imposta è assolta dal cessionario/committente italiano:
- qualora il fornitore è un soggetto extraUe, il contribuente italiano emette un'autofattura;
- se il fornitore è invece un soggetto Ue, il soggetto passivo italiano che riceve i beni o i servizi andrà ad integrare la fattura senza Iva emessa dal soggetto Ue annotandola nei registri acquisti e vendite.
Vedi anche
 

Allegati contenuti

INIZIO PAGINA

Se non hai risolto il problema, apri un ticket cliccando qui

Responsabilità
Questo documentazione potrebbe presentare parti mancanti o immagini non corrispondenti all'applicazione che, per problemi di tempo, non siamo riusciti ad inserire/aggiornare.
Resta espressamente esclusa qualsiasi responsabilità per danni diretti ed indiretti di qualsiasi natura che l’utente possa, o terzi possano, in alcun modo subire, derivanti dall’uso o dal mancato uso della presente documentazione, della procedura e da errori delle stesse.

Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trascritta o copiata senza il permesso del titolare della privacy di Tesi Informatica srl.