INDIETRO

2019/12 - Credito d'imposta al posto del super e iperammortamento

Addio al super e iperammortamento; la legge di bilancio 2020, in esame in Parlamento, sostuirà queste agevolazioni con una nuova forma di bonus che dovrebbe favorire sia l'acquisto di beni strumentali nuovi, sia quello dei beni "industria 4.0".
Al posto dell'incremento del costo di acquisto, che si traduce a livello dichiarativo in una variazione in dimininuzione dell'imponibile fiscale, sarà concesso un credito d'imposta in maniera differenziata in base al tipo di bene strumentale che viene acquisito.

Caratteristiche:
  • La nuova agevolazione riguarderà gli acquisti eseguiti dalle imprese nel 2020, oppure nel primo semestre 2021. In quest'ultimo caso si dovrà prenotare l'acquisto tramite pagamento al fornitore del 20% del costo del bene a titiolo di acconto entro il 31/12/2020, oltre a detenere, entro la stessa data, l'ordine accettato dal fornitore.
  • Il bonus avrà come oggetto i beni strumentali nuovi; non è necessario che il bene presenti caratteristiche tecnologiche rilevanti. Sono esclusi tutti gli autoveicoli citati nel comma 1 dell'articolo 164 del Tuir, anche nel caso in cui l'auto sia strumentale all'esercizio dell'attività. Sono esclusi anche i beni che hanno una percentuale di ammortamento inferiore al 6,5% (immobili ed altri).
  • L'agevolazione consiste nell'assegnazione di un credito d'imposta utilizzabile solo in compensazione orizzontale, pari al 6% del costo del bene, senza che si applichino i limiti di importo per la compensazione stessa. Il tetto massimo di spesa che dà origine all'agevolazione è fissato in 2 milioni di euro.
  • Industria 4.0. Se l'investimento riguarda beni a elevato contenuto tecnologico "industria 4.0" o beni immateriali, al posto dell'iperammortamento si avrà un credito d'imposta stabilito nella misura del 40% del costo per i beni materiali (tetto massimo di spesa 2,5 milioni, al di sopra del quale il credito scende al 20% fino al massimo di 10 milioni) e del 15% per i beni immateriali, con testto massimo di spesa pari a 700mila euro.
  • Il credito d'imposta non concorre alla formazione dell'imponibile reddituale o Irap ed è fruito in cinque quote costanti annuali (beni materiali nuovi) o in tre quote costanti annuali per i beni immateriali industria 4.0.
Vedi anche
 

Allegati contenuti

INIZIO PAGINA

Se non hai risolto il problema, apri un ticket cliccando qui

Responsabilità
Questo documentazione potrebbe presentare parti mancanti o immagini non corrispondenti all'applicazione che, per problemi di tempo, non siamo riusciti ad inserire/aggiornare.
Resta espressamente esclusa qualsiasi responsabilità per danni diretti ed indiretti di qualsiasi natura che l’utente possa, o terzi possano, in alcun modo subire, derivanti dall’uso o dal mancato uso della presente documentazione, della procedura e da errori delle stesse.

Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trascritta o copiata senza il permesso del titolare della privacy di Tesi Informatica srl.